Laureata in Filosofia nel 1994 presso l'Università degli Studi di Torino, nel 1995 ha svolto attività di ricerca allo CSELT, laboratorio per le telecomunicazioni (poi LOQUENDO e NUANCE). Dal 1995 al 1998 ha effettuato il corso di Perfezionamento in Linguistica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, specializzandosi nello studio fonetico-fonologico della prosodia; durante il triennio, ha arricchito la sua formazione presso il Dipartimento di Linguistica dell'Ohio State University, Columbus (U.S.A.) - a.a.1996-1997. A partire dal 1998 è stata impegnata in progetti di ricerca sul parlato cofinanziati dal MIUR, ed ha approfondito le conoscenze fonetico-fonologiche per mezzo dell'attività svolta presso l'Universität des Saarlandes, Saarbrücken (Germania), l'IPDS di Kiel (Germania) e l'LPL di Aix-en-Provence (Francia). È autrice di una monografia e di più di ottanta contributi su argomenti di fonetica e fonologia di laboratorio, pubblicati in volumi, atti di convegni e riviste specialistiche nazionali ed internazionali. Nel 2010 ha vinto uno dei cinque premi di eccellenza scientifica riservati ai ricercatori dell'Università del Salento, grazie ai suoi lavori interdisciplinari sul parlato nel biennio 2008-2009.
Professore associato presso l'Università del Salento, è vicedirettore del Centro di Ricerca Interdisciplinare sul Linguaggio (CRIL) e presidente del Corso di Laurea in Scienza e Tecnica della Mediazione Linguistica/Traduzione e Interpretariato. Dal 2010 è anche membro del comitato direttivo dell'Associazione Italiana Scienze della Voce (AISV). Nella Facoltà di Lettere, Filosofia, Lingue e Beni Culturali, insegna 'Linguistica Generale' e 'Fonetica e Fonologia'; nel 2013-2014 ha insegnato anche 'Glottologia e Linguistica' nel Corso di Laurea in Logopedia (Professioni Sanitarie) ASL BR-LE, Facoltà di Medicina e Chirurgia, dell'Università degli Studi di Bari.
Progetti di interesse per la ASL
La Prof Barbara Gili Fivela coordina i seguenti progetti, svolti in cooperazione con il Centro di Foniatria e Riabilitazione dei Disturbi della Comunicazione, Dipartimento di Riabilitazione, ASL Lecce, diretto dal Dott. Danilo Patrocinio.

  1. Correlati articolatori del parlato non patologico e patologico, nella disartria causata da morbo di Parkinson
    L'obiettivo di questa ricerca è comprendere quale effetto possa avere la disartria causata da morbo di Parkison sulla (co)articolazione di consonanti e vocali della lingua italiana. Il progetto consiste nell'acquisire dati articolatori durante la produzione di suoni e frasi della lingua italiana in parlanti adulti affetti da disartria causata da morbo di Parkinson e in soggetti di controllo. Peculiarità della ricerca è sia il ricorso in contemporanea alle registrazioni audio e alle tecniche di ultrasuoni (US), Articulografia Elettromagnetica ed Elettroglottografia (che permettono di ottenere informazioni dettagliate in tempo reale, e successive ricostruzioni 3D, dei movimenti articolatori della lingua e del meccanismo laringeo durante la produzione dei suoni della L1) sia il fatto stesso di acquisire tale tipo di dati sulla lingua italiana.
    Ottobre 2013-ottobre 2016
  2. Verso la valutazione obiettiva dell'intelligibilità del parlato nel morbo Parkinson
    L'obiettivo di questa ricerca è individuare i correlati acustici della disartria che permettano di sviluppare un sistema di valutazione oggettiva del livello di intelligibilità del parlato di parlanti disartrici e proporre un protocollo utilizzabile in ambito clinico per tale valutazione. Si tratta di un argomento che attualmente desta molto interesse nella comunità scientifica, data la necessità di superare le normali valutazioni soggettive usualmente impiegate nella pratica clinica. Il progetto prevede 1) la registrazione di materiali acustici corrispondenti al parlato di parlanti colpiti da disartria e di parlanti non patologici, di controllo, 2) la valutazione soggettiva dei materiali da parte di terapisti, esperti fonetisti e individui che non siano a conoscenza delle finalità dello studio, 3) l'analisi acustica di diversi correlati, relativi a vocali, consonanti e prosodia, che siano poi 4) correlati con il livello di intelligibilità individuato soggettivamente (v. fase 2).
    Ottobre 2012-ottobre 2015
  3. Gest articolatori e modelli di articolazione
    Dati articolatori dettagliati, ricavabili con Articulografia Elettromagnetica, ultrasuoni ed Elettroglottografia sono fondamentali per la creazione sia di sistemi automatici di classificazione dei foni sia di un modello del tratto vocale che permetta di visualizzare il movimento degli organi articolatori (es., lingua, labbra) in corrispondenza della produzione dei suoni linguistici. L'obiettivo di questa ricerca è quello di ricavare dati acustici e articolatori sincronizzati, che siano poi utilizzati per 1) ricostruire i gesti articolatori prototipici nella realizzazione di consonanti e vocali in isolamento e in strutture prosodiche di varia entità (es. sillabe, parole prosodiche, sintagmi) grazie a sistemi di apprendimento automatico e per 2) elaborare un modello 3D della cavità orale e delle sue modificazioni nell'articolazione di suoni linguistici, in isolamento e in brevi frasi.
    Ottobre 2013-ottobre 2016

Le news del gruppo

  • Premio Nazionale +

    Il Premio Nazionale per l'alto valore scientifico assegnato ogni anno dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria (SIO) è stato vinto da LEGGI
  • Perchè imparare le lingue a scuola è così difficile .. +

    Perchè imparare le lingue a scuola è così difficile ... Scarica la notizia LEGGI
  • Seminario Risonanza magnetica funzionale +

    Giovedì 8 gennaio 2015, alle ore 10 nell'Aula Seminari del DREAM, il Gruppo di Ricerca CRIL (Neuroscienze Cognitive del Linguaggio LEGGI
  • 1