Seminario “Agricoltura, problematiche ambientali e rischi per la salute”

Giovedì 12 febbraio 2015, alle ore 11 nell'Aula Seminari del DREAM, il Gruppo di Ricerca Pedagogia della Salute presenterà il Seminario “Agricoltura, problematiche ambientali e rischi per la salute” tenuto dalla Prof.ssa Gomez.

Vizcay Gomez, Graciela Cristina, già Membro dell'Asociación Argentina de Periodistas ambientales (AAPA) è esperta internazionale di questioni legate al nesso tra agricoltura, problematiche ambientali e rischi per la salute.

Per maggiori informazioni:

Locandina

Curriculum Vitae

Carta de AAPA

Sicurezza dei dati nell'era della sanità digitale

Venerdì 25 luglio 2014, alle ore 11 nell'Aula Seminari del DREAM, si terrà il Seminario "Sicurezza dei dati nell'era della sanità digitale".

__________   __________   __________   __________   __________   __________

Presentazione Libro Mancarella


Giovedì 8 maggio 2014, alle ore 18 nell'Aula Seminari del DREAM, si terrà la presentazione del libro "eHealth e diritti. L'apporto dell'Informatica Giuridica" (Carocci Editore - Roma, 2013) del Prof. M. Mancarella.

Premio Nazionale

Il Premio Nazionale per l'alto valore scientifico assegnato ogni anno dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria (SIO) è stato vinto da una ricerca congiunta condotta dal Centro di Ricerca Interdisciplinare sul Linguaggio (CRIL) dell'Università del Salento e dall'Unità Operativa di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale "Vito Fazzi" di Lecce.

Una ricerca interdisciplinare sviluppata grazie alla collaborazione fra il Centro di Ricerca Interdisciplinare sul Linguaggio (CRIL) dell'Università del Salento, diretto dal Prof. Mirko Grimaldi, e l'Unità Operativa di Otorinolaringoiatria (ORL) dell'Ospedale "Vito Fazzi", diretta dal Dott. Michele De Benedetto, ha ottenuto il Premio Nazionale per l'alto valore scientifico assegnato dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria (SIO) durante il suo 100° Congresso che si è tenuto a Roma in maggio scorso. Il primo ricercatore, la Dott.ssa Luigia Garrapa, che si è formato a Lecce con il Prof. Grimaldi, dopo aver svolto un Dottorato in Linguistica presso l'Università di Konstanz, è ora supportata da una seconda borsa di Dottorato erogata dal Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell'Università di Padova che con lungimiranza ha finanziato questa ricerca a Lecce. Alla ricerca hanno collaborato anche il Center for Mind/Brain Sciences (CIMeC, di Rovereto, Trento), il Department of Biological Psychology and Neuropsychology dell'Università di Amburgo (Germania) e il Department of Linguistics dell'Università del Connecticut (USA). Nella ricerca Luigia Garrapa è stata affiancata dal Dott. Silvano Vitale, dalla logopedista Paola Monastero e dall'audioprotesista Manuela Greco, sempre dell'Unità Operativa di ORL del "Fazzi".
Lo studio s'inserisce all'interno delle attività del Laboratorio Diffuso di Ricerca intErdisciplinare Applicata alla Medicina (D.R.e.A.M.), nato da una convenzione fra l'Università del Salento e l'ASL/LE.
Per la prima volta in Italia la ricerca ha indagato l'effetto dell'impianto cocleare nei processi di percezione uditiva in un gruppo di bambini affetti da ipoacusia neurosensoriale grave/profonda comparati con un gruppo di normo-udenti (questo è il primo studio clinico-sperimentale che dimostra l'effettiva maturazione delle vie uditive centrali dopo l'impianto). Grazie alla combinazione di tecniche comportamentali e neurofisiologiche, mai sino ad ora applicate in clinica, è stato dimostrato che anche bambini impiantati a 3 anni dalla nascita dopo 70 mesi dall'intervento chirurgico per l'inserimento dell'impianto hanno performance uditive paragonabili a quelle dei normo-udenti. I risultati della ricerca aprono nuove prospettive d'indagine per lo screening e il follow-up dei soggetti audiolesi. Il gruppo di ricerca del CRIL e l'Unità Operativa di ORL del "Vito Fazzi" sono già al lavoro, da un lato per elaborare un software applicativo per la diagnostica oggettiva del recupero logopedico post-impianto tramite test di identificazione e discriminazione con stimoli vocalici invece dei tradizioni test con toni e parole basati sui giudizi clinici del logopedista, dall'altro per mettere a punto protocolli clinici che permettano la diagnosi precoce dell'ipoacusia neurosensoriale (infatti, i Potenziali Evento Correlati Uditivi, che non sono invasivi, possono essere rilevati anche nel sonno in bambini di pochi mesi).
È importante sottolineare che per la prima volta, nei 100 anni di esistenza della Società Italiana di Otorinolaringoiatria, il premio nazionale per l'alto valore scientifico è stato assegnato ad un gruppo di ricerca Ospedaliero-Universitario (non ORL) del Sud.

Virtual Reality Summer School

VIRTUAL REALITY SUMMER SCHOOL - Biarritz, France, 25 - 29 August 2014

The objective of this summer school is to propose a privileged moment for stimulating discussions and exchanges around Virtual Reality. Meetings will be organized around talks, workshops and social events.

Wednesday 27th August, "Virtual Reality and Augmented Reality real-time applications", Roland Blach (Research Director of Fraunhofer IAO, Stuttgart, Germany), Lucio de Paolis (Head of Virtual Reality and Augmented Reality Laboratory, Salento University Assistant Professor, Italy) 

Read more: http://vr-summerschool.estia.fr/en/home.htm

 

 

Il rigeneratore della pelle vince Start Cup Puglia

19 settembre 2014 - Gruppo di Ricerca Advanced Medical Devices del DREAM: Il rigeneratore della pelle vince Start Cup Puglia.

Il progetto vuole arrivare alla produzione di dispositivi biomedicali in grado di riparare i tessuti umani da ferite e infezioni.
CareSilk, startup salentina che intende sviluppare e commercializzare dispositivi biomedicali per rigenerare la pelle lesionata, ha vinto la settima edizione di Start Cup Puglia, concorso per iniziative imprenditoriali innovative promossa dall'Arti Puglia (Agenzia regionale per la tecnologia e l'innovazione) su incarico dell'assessorato allo sviluppo economico della Regione Puglia. La finale si è svolta venerdì 19 settembre alla Fiera del Levante di Bari.
CareSilk, progetto di Federica Paladini e Mauro Pollini, dell'Università del Salento, ha come obiettivo produrre dispositivi biomedicali in grado di riparare i tessuti umani da ferite e infezioni. Il progetto si è aggiudicato 15mila euro, cioè 5mila come vincitore assoluto e 10mila euro come primo classificato per la categoria Life Science. I vincitori delle altre tre categorie, che si sono aggiudicati 10mila euro ciascuno, sono: Diptera per Agrifood-Cleantech (che ha progettato una farina di insetti, come sostituto della farina di pesce utilizzata nei mangimi, ma meno costosa e più ecosostenibile);Mindesk per Ict (un ambiente di sviluppo innovativo per architetti, urbanisti e designer; l'utente viene immerso in un mondo virtuale, che gli consente di navigare all'interno del proprio progetto, creare oggetti e modellarli); Green Skin per Industrial (si occupa della produzione e commercializzazione di cellulosa batterica, come alternativa alla pelle animale e sintetica). Per la categoria trasversale Social Innovation è stata assegnata una menzione speciale al progetto Re-Play, che propone una linea di giocattoli per bambini realizzata con plastiche da riciclo da pannolini post-consumo Tutti i progetti premiati accederanno alla finale del Premio nazionale per l'innovazione, in programma a Sassari il 4 e 5 dicembre 2014.

Per maggiori informazioni consultare i seguenti link:

http://www.brindisireport.it/economia/ricercatori-salentini-e-brindisini-premiati-per-biomateriali-innovativi.html

http://corriereinnovazione.corriere.it/tech/2014/20-settembre-2014/rigeneratore-pelle-vince-start-cup-puglia-230175074205.shtml

http://www.regione.puglia.it/index.php?page=pressregione&opz=display&id=18041

http://www.regione.puglia.it/index.php?page=webtv&opz=display&id=1432

http://www.startcup.puglia.it/?page_id=789